L’imprenditoria sportiva è un settore dell’economia italiana in continua crescita: si moltiplicano le associazioni sportive dilettantesche che generano poi attività imprenditoriali ideate e gestite soprattutto da giovani. Tuttavia questo settore resta organizzativamente ancora poco tutelato e rappresentato, esposto così al caos normativo e ai disagi burocratici che il nostro paese riserva tradizionalmente a chiunque decida di fare impresa.

L’Aspi, Associazione Sportiva Piccoli Imprenditori nata proprio per creare un humus di cultura imprenditoriale tra i giovani, ha deciso per questo di aderire a Confimprenditori, per intraprendere un percorso condiviso con l’imprenditoria sportiva. Percorso che contempla l’organizzazione di attività di micro-credito e l’apertura di uno sportello di informazioni e servizi rivolto proprio ai giovani imprenditori dello sport. Aspi-Confimprenditori si pone dunque l’obiettivo di far crescere un settore dell’economia italiana entro cui sempre più giovani decidono di investire per costruire il proprio futuro. Si tratta di scelte coraggiose che vanno incoraggiate e tutelate rispetto alle storiche barriere antimprenditoriali del nostro paese. Soprattutto in tempi come questi di disoccupazione giovanile e fuga all’estero dei nostri ragazzi.