Confimprenditori Sardegna segnala ai suoi associati la presentazione dei tirocini realizzati dall’assessorato al lavoro e dall’Aspal dedicati all’inserimento nel mondo del lavoro. Sono seimila i disoccupati che potranno entrare a far parte di questo piano le cui domande potranno essere presentate dal 1 luglio. Due le tipologie di candidati: la tipologia A, rivolta a giovani NEET di età compresa tra i 18 e i 29 anni compiuti iscritti al Programma Garanzia Giovani; tipologia B, rivolta ad inattivi, inoccupati, disoccupati ai sensi del D.lgs. 150/2015 che abbiano compiuto 30 anni e domiciliati in Sardegna alla data di presentazione della domanda. I progetti di tirocinio attivabili hanno una durata di 6 mesi, articolati in 30 ore settimanali. Ad ogni tirocinante viene garantita una indennità mensile lorda di € 450,00 per 6 mesi di tirocinio, così ripartita:  – 300,00 €/mese a carico del cofinanziamento pubblico: – 150,00 €/mese a carico del soggetto ospitante a titolo di cofinanziamento privato. Al soggetto ospitante è data facoltà di integrare l’indennità con ulteriori risorse proprie.

La durata dei tirocini d’inserimento e reinserimento lavorativo – informa Confimprenditori Sardegna – non può essere inferiore ai 6 mesi e superiore ai 12 mesi, comprensiva di eventuale proroga. La proroga oltre i 6 mesi è consentita solo ai soggetti ospitanti con almeno un dipendente a tempo indeterminato che non sia un apprendista.

L’orario di tirocinio non può superare l’80% del tempo pieno previsto dal CCNL applicato dal soggetto ospitante; tuttavia, nell’attuale fase di transizione e di adeguamento del SIL la durata di tutti i tirocini è mantenuta in 30 ore settimanali.

Il soggetto ospitante non deve avere effettuato licenziamenti, fatti salvi quelli per giusta causa e giustificato nei 12 mesi precedenti l’attivazione del tirocinio, e non avere procedure di CIG straordinaria o in deroga in corso per attività equivalenti a quelle del tirocinio.