Cerca
Close this search box.

CCNL - Contratti Collettivi Nazionali del Lavoro >

Eurofarm, l’industria del cerotto parla italiano

Bende, cerotti, medicazioni esportate in tutta Italia, nello Yemen, Emirati Arabi, India, Giappone, Cina, Nuova Zelanda. E’ questo il mercato al quale si rivolge l’Eurofarm di Catania amministrata da Lidia Finocchiaro nell’azienda familiare che ha al suo attivo trent’anni di attività. Oltre trenta i paesi in cui Eurofarm esporta i propri prodotti e il sogno, che sta pian piano diventando realtà, di sbarcare negli Stati Uniti. A creare l’Eurofarm, Alfio, padre di Lidia.

Cerotto a nastro e molto altro ancora. Come una vasta produzione di bendaggi medicali per le farmacie, gli ospedali e le cliniche, lenzuolini sterili per le sale operatorie, per la cura delle ferite e delle lesioni croniche, materiali adesivi per i traumi degli atleti, bombolette spray per l’ortopedia e cicatrizzanti per curare scottature e punture di insetti con soluzione salina in argento e aloe. Piccolo gioiello di tecnologia, che produce in house l’80 per cento di ciò che vende, con 25 addetti e cinque milioni di fatturato, in crescita rispetto al 2015.  Quella di Eurofarm è l’unica realtà produttiva del settore in tutto il sud Italia. A dare la spinta all’azienda, in questi ultimi anni, è stata la stretta collaborazione con l’università che ha permesso di innovare i prodotti realizzati per anni.  Assieme all’ateneo di Catania, infatti, sta mettendo a punto il cerotto del futuro, quello che grazie all’applicazione di una nuova molecola terapeutica, preparata con rame e acido ialuronico, curerà le lesioni ulcerose e le piaghe da decubito.

Il progetto è il frutto di una partnership con Fidia farmaceutica, capofila del consorzio che ha vinto un bando del ministero per lo Sviluppo economico. All’azienda di Belpasso tocca la parte produttiva, la industrializzerà per gli ospedali: sta allestendo un macchinario ingegneristico che servirà ad imbibire il cerotto. Insieme ai ricercatori dell’università perfezionerà il componente attraverso cui la molecola allo stato puro si integrerà con la viscosità dell’adesivo per inglobarsi nella benda. Si faranno degli studi in vivo per testarne l’efficienza. Il prototipo sarà pronto alla fine del 2018 e la vendita potrebbe partire all’inizio del 2019.

Nella linea sportiva, un cavallo di battaglia di Eurofarm, c’è Eurotape, benda adesiva anelastica imbevuta all’ossido di zinco, usata dagli atleti di tennis, calcio, basket per immobilizzare la muscolatura prima delle partite. E Kinesio tape, utilizzato dai fisioterapisti per curare l’edema e le parti infiammate, in diversi colori a seconda del muscolo a cui viene applicato, un tipo di spalmatura che si stende sulla pelle ma a onde per dare ossigenazione. È una terapia nata in Cina che è poi stata trasferita in questi cerotti.

Articoli Recenti

21 Giugno 2024

Accedi all'area riservata