È partita la fase operativa del ‘Portale delle vendite pubbliche’, il marketplace unico nazionale per la vendita dei beni mobili e immobili oggetto delle procedure fallimentari ed esecutive previsto dal Decreto Legge 27.06.2015 n. 83. Il lancio del Portale delle vendite garantirà una maggiore efficienza e trasparenza delle operazioni e aiuterà tutti i tribunali, i professionisti e i creditori interessati.

Il Portale delle vendite pubbliche è quindi un sito internet, gestito interamente dal Ministero della Giustizia, nel quale vengono raccolti tutti i dati delle vendite dei beni, mobili e immobili, oggetto delle procedure fallimentari ed esecutive attive sul territorio nazionale. Una volta effettuata la registrazione al sito, l’accesso consentirà a tutti gli interessati di conoscere le info necessarie per valutare se partecipare alla vendita, mentre per gli addetti ai lavori sarà lo strumento da utilizzare per la pubblicazione e la messa in vendita dei beni soggetti alle procedure esecutive.

L’introduzione delle nuove tecnologie, il processo telematico e l’obbligatorietà dello stesso proprio in ambito esecutivo fa sì che le vendite giudiziarie stiano vivendo una vera e propria rivoluzione. Attraverso la riduzione dei tempi del processo esecutivo si tende al recupero di risorse finanziarie per il Paese.

Il portale si compone di due aree: nella prima, a cui si accede senza l’impiego di apposite credenziali, l’utente può cercare e visualizzare le informazioni sugli annunci di vendite pubblicati, richiedere al custode giudiziario la visita di un immobile riferito a vendite forzate, compilare un’offerta telematica di acquisto, iscriversi al servizio per la ricezione degli annunci di vendita di suo interesse tramite la funzionalità iscrizione newsletter oppure consultare la normativa visualizzare gli annunci vendita di singoli tribunali leggere notizie e gli avvisi; nell’area riservata, invece, si accede con credenziali e l’utente abilitato potrà utilizzare le funzionalità del back office in base al profilo assegnato come ad esempio l’inserimento nell’avviso di vendita, la consultazione dei dati statistici e di monitoraggio di sistemi internet di pubblicità. 

La normativa prevede l’obbligatorietà della pubblicità su questo portale e a breve le aste immobiliari potranno tenersi esclusivamente in via telematica. L’offerente dovrà presentare la propria offerta e versare il deposito cauzionale sfruttando esclusivamente la piattaforma messa a disposizione dal Ministero.

Il Portale è accessibile ai seguenti indirizzi